Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Test sull’app per controllare il green pass

Natalia, la hacker russa arrestata a Genova. Scrive oggi il Corriere: distinta, affabile, sempre sorridente, vestita con eleganza. Ma anche hacker insospettabile, capace dimettere da parte un gruzzolo di 600 mila euro reinvestito nelle criptovalute del dark web. La donna è stata arrestata dopo due anni di indagine, inseguendo le decine di denunce giunte da tutta Italia, ma soprattutto da Genova e dalla Liguria. Nel mandato firmato dalla Procura compaiono i reati di frode informatica, ricettazione e riciclaggio e il sospetto forte è che l’ingegnera fosse uno dei terminali italiani di un’associazione a delinquere dedita alle truffe online su vasta scala.

Test sull’app per controllare il green pass. Si avvicina il 15 ottobre, la data dell’entrata in vigore dell’obbligo di Green Pass per i lavoratori del pubblico impiego e del privato, una scadenza che sta scatenando tensioni e divisioni. Sono stati poco meno di 350mila i nuovi vaccinati con prima dose nell’ultima settimana e restano circa 8 milioni di non immunizzati, tra cui tanti lavoratori. Non c’è stato quindi un effetto netto dell’obbligo sugli indecisi. Sono circa 4­-5 milioni i lavoratori non vaccinati secondo le rilevazioni della Fondazione Gimbe. Una cifra che potrebbe essere sottostimata per effetto del sommerso, ma che rappresenta comunque un numero enorme di persone che dovranno effettuare i test con tampone per ottenere la certificazione necessaria per lavorare. Questo vorrà dire milioni di test da processare ogni settimana ma il sistema, avverte la Fondazione Gimbe, non ha la capacità produttiva per rispondere ad una simile richiesta.

Forza Nuova, la procura sequestra il sito web. L’accusa è istigazione a delinquere aggravata dall’utilizzo di strumenti informatici. Per questo – scrive Il Foglio – la procura di Roma ha disposto il sequestro preventivo del sito web di Forza Nuova, che ha eseguito ieri sera la polizia postale. “Gli indagati – si legge nel decreto – svolgono mediante l’utilizzo del web un’attività di condivisione e giustificazione e dunque di esaltazione e incitamento alla commissione di reati connotati da violenza”.

Apple impugna la sentenza contro Epic Games sull’App Store. Apple ha impugnato il verdetto di un giudice federale nella sua battaglia legale contro il produttore di Fortnite, Epic Games. Ad inizio settembre, il giudice Yvonne Gonzalez Rogers, sebbene non avesse riconosciuto una condotta monopolistica da parte di Apple, aveva stabilito la necessità, per la compagnia, di consentire agli sviluppatori di utilizzare link esterni per vendere le proprie app agli utenti, da scaricare sempre dall’App Store ufficiale. Adesso Cupertino fa ricorso, con l’obiettivo di ristabilire l’ordine delle cose e tenere attivo il proprio modus operandi sulle percentuali dovute da sviluppatori indipendenti e software house per le vendite sul negozio digitale.

Cresce il furto di password online, +45% in sei mesi. Negli ultimi sei mesi gli esperti dell’azienda di sicurezza informatica Kaspersky hanno osservato una crescita nelle attività dei truffatori che rubano le password utilizzando malware speciali chiamati Trojan-PSW. Si tratta di ‘stealer’, programmi in grado di raccogliere informazioni di accesso e altre informazioni sull’account di una vittima. A settembre le vittime erano 160.000 in più rispetto ad aprile, con un aumento del 45%. Negli ultimi mesi, Kaspersky ha notato anche un forte aumento nel numero di tentativi di infezione: il terzo trimestre del 2021 (da luglio a settembre) ha visto una crescita quasi del 30%. Il numero totale dei rilevamenti è aumentato rispetto all’anno precedente, passando da 24,8 milioni a 25,5 milioni.