English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Whatsapp e l’Ue

Revenge porn in palestra

Migliaia di spiati. A casa, in uno spogliatoio, all’interno di uno studio medico. “Accesso al servizio 20 € ed è per sempre!”, citava l’annuncio su Telegram, garantendo “canale in continuo aggiornamento”. C’era la possibilità di un servizio premium pagando 40 euro: si ottenevano così le password per connettersi direttamente con le telecamere violate, e scegliere quali e quando guardare.  I due gruppi criminali erano formati da giovanissimi gli hacker all’attacco degli Nvr e avevano perfino i controllori della qualità delle immagini rubate alle ignare vittime. I gruppi sono stati neutralizzati dalla Polizia di Milano.

Emoticon animate su TikTok

TikTok lancia un nuovo filtro si chiama TikTok Avatars, stile Apple, che crea personaggi a partire dal viso ripreso dalla fotocamera dell’applicazione. Così gli utenti sono trasformati in sticker e personaggi animati.

Alla fine Musk la spunta su Twitter

Twitter ha deciso di accontentare le richieste di Elon Musk, dando a disposizione un intero database che contiene i flussi dei 500 milioni di tweet postati ogni giorno sulla piattaforma. Musk così sarà in grado di capire quanti siano effettivamente gli account bot/spam.

TikTok ancora al centro delle polemiche

Il dirigente di TikTok è stato colpito da uno scontro culturale con i dipendenti britannici dell’azienda, dopo aver detto che “non credeva” al congedo di maternità. È stato quindi sostituito nel suo ruolo dopo queste sue dichiarazioni. “Il benessere del nostro team è la nostra massima priorità. . . [e] la leadership sostiene al 100% l’uso delle ferie annuali per ricaricarsi completamente e trascorrere del tempo con amici e familiari”, si legge nell’e-mail allo staff. L’e-mail esortava anche il personale a segnalare eventuali violazioni del codice di condotta di ByteDance tramite una hotline anonima.

Amazon ancora contro la contraffazione

Amazon ha investito molto nella lotta alla contraffazione e dal 2020 produce un Brand Protection report e nell’ultimo emerge che sul sito sono stati individuati (e smaltiti) 3 milioni di prodotti falsi. Inoltre sono stati bloccati oltre 2,5 milioni di account sospetti prima che pubblicassero qualsiasi offerta. L’anno scorso Amazon ha investito più di 900 milioni di dollari e ha assunto più di 12 mila esperti, per proteggere i clienti, marchi e partner di vendita da contraffazioni, frodi e altre forme di abuso.

Whatsapp e l’Ue

La Commissione Ue e le autorità europee per la protezione dei consumatori richiamano ancora WhatsApp per la privacy e per gli aggiornamenti dei suoi termini di servizio. L’Ue in un sollecito esorta l’azienda di messaggistica a informare in modo trasparenti i consumatori sulle politiche relative ai dati.