English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Osservatori e Ricerche

Osservatori e Ricerche

Lo sguardo dei top manager è verso l’estero

6 Febbraio 2023

I top manager ampliano i propri orizzonti. Tra la fine del 2022 e l’inizio del nuovo anno, gli executive italiani hanno alzato l’asticella, posando il proprio sguardo sullo sviluppo di relazioni virtuose con aziende e Paesi esteri.

La dimensione della Leadership, che nell’ultimo mese vale ancora il 52% delle conversazioni sui top manager, si estende quindi oltre confine. Ad esempio, con l’espansione di Barilla nella panificazione statunitense, salutata con auspicio dalle parole del suo presidente Guido Barilla (+17 posizioni a gennaio). Con Luca de Meo, primo non francese alla guida del gruppo Renault, che ha annunciato il successo dell’operazione di azionariato dei dipendenti ed è tornato a parlare di innovazione nel settore automobilistico (+20). Con la sfida sull’auto elettrica lanciata dall’AD di Stellantis, Carlos Tavares (+3), all’americana Tesla.

Nella prima rilevazione del 2023, inoltre, la leva comunicativa riguardante i temi ESG inverte il segno (+4%). A parlarne sono, tra gli altri, i due executive in vetta alla classifica Top Manager Reputation (www.topmanagers.it) di Reputation ScienceFrancesco Starace (81.60), che si conferma al primo posto, e Claudio Descalzi (79.66), in crescita di una posizione e tra i top manager più attivi. La roadmap di Enel per la decarbonizzazione è stata infatti decretata da SBTi in linea con gli obiettivi di riscaldamento globale, mentre Eni ha annunciato la nascita di Eni Sustainable Mobility e siglato un accordo con Snam per il primo progetto di cattura e stoccaggio della CO2 in Italia.

Dal cluster Energia arrivano altre due conferme ai piani alti del ranking: Stefano Antonio Donnarumma di Terna (5°), forte del record storico del 2022 con 29 interventi per 2,5 miliardi di euro, e Renato Mazzoncini di A2A (6°). Carlo Messina di Intesa Sanpaolo, a gennaio terzo nella classifica generale, mantiene la guida del settore Finance con il punteggio di 79.01. In salita Andrea Orcel di Unicredit (9°), davanti a Matteo Del Fante di Poste Italiane (11°) e Alessandro Benetton (14°, in ascesa), da un anno Presidente di Edizione. Quarto posto assoluto e leadership di settore per Giorgio Armani (78.80), tra i big della moda insieme a Brunello Cucinelli (7°) e Renzo Rosso (12°). Ottavo posto per Luigi Ferraris del Gruppo FS, scala una posizione John Elkann (10°), stabile Urbano Cairo (13°), Pietro Labriola di Tim chiude la top15. In top100 crescono la Presidente di Acea Michaela Castelli (+16), Fabio Lazzerini di ITA Airways (+15) e Luigi Lovaglio di MPS (+12).

Richiedi Report

Lo sguardo dei top manager è verso l’estero

Tra la fine del 2022 e l’inizio del nuovo anno, gli executive italiani hanno posato il proprio sguardo sullo sviluppo di relazioni virtuose con aziende e Paesi esteri.

    Tutti i campi sono obbligatori