English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Whatsapp: presto le modifiche ai messaggi inviati

Attacco hacker a Genova e Savona

Domenica mattina i porti di Genova e Savona hanno subito un cyber attacco, che però è stato respinto grazie all’ intervento della polizia postale di Genova in collaborazione con i tecnici della stessa autorità portuale e gli esperti di Liguria digitale.

I repubblicani contro i social

“HB 20” è una legge che rende illegale – per qualsiasi piattaforma di social media con più di cinquanta milioni di utenti mensili negli Stati Uniti – la rimozione di contenuti sulla base delle opinioni politiche. La legge era stata voluta, in particolare, dai repubblicani texani come forma di difesa della libertà d’espressione online. La legge, però, è stata bloccata dalla Corte suprema il 1° giugno, dopo che era stato sollecitato il suo intervento per verificarne la legittimità.

Ricatti e selfie hot, adescato anche un big del Parlamento

Il sextorsion (il neologismo racchiude le parole sexual ed extorsion) consiste in una richiesta di riscatto per evitare la pubblicazione su internet del filmato della vittima durante una conversazione hot. Molte persone, soprattutto uomini, accettano di pagare su conti esteri. I maschi coinvolti nel 2021 sono stati 928 (852 maggiorenni e 76 minorenni), contro 194 femmine ­ il 17%. 5 su 6 sono uomini. Aumenta tra i minori il fenomeno del sextorsion, con il 94%, con un picco nella fascia tra 10 e 13 anni di età.

La lirica spopola su Tinder

Per rendere l’opera più accattivante e popolare, il Teatro Regio di Torino ha realizzato una campagna digitale e, primo al mondo, ha deciso di utilizzare la piattaforma Tinder. “L’idea di utilizzare un nuovo modo di comunicare l’opera lirica è scaturito a seguito di una ricerca fatta da 24 studenti del master in marketing dello Ied – racconta Michele Bortolami, docente Ied, direttore creativo e fondatore con Tommaso Delmastro dell’agenzia di comunicazione Undesign –. L’obiettivo era avvicinare i giovani, in particolare i Millenials e la Generazione Z. Per farlo ci siamo indirizzati sugli strumenti che utilizzano maggiormente, quelli che hanno sui loro smartphone e cioè Tinder e Instagram”.

Whatsapp: presto le modifiche ai messaggi inviati

Dopo le reazioni ai messaggi si avvicina la possibilità su Whatsapp, come su altre piattaforme, di modificare i messaggi. Al momento non è chiaro quando la funzione verrà implementata, ma da uno screenshot pubblicato non si capisce se ci sarà una finestra temporale entro la quale si potranno modificare i messaggi e se saranno in qualche modo evidenziati quelli alterati.