English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Rassegna Stampa?>

Rassegna Stampa

larepubblica

Crisi di governo su Twitter: Conte paga il prezzo dello strappo

L’analisi di Reputation Science. La negatività su Draghi in calo rispetto ad aprile. Gli utenti criticano Di Maio per la scissione.

La crisi di governo sul web è cominciata tre giorni prima che Mario Draghi annunciasse le proprie dimissioni ed è poi esplosa nella giornata del 14 luglio, quando ha fatto registrare oltre 57 mila conversazioni. Questo uno dei dati dell’analisi di Reputation Science, società leader in Italia nell’analisi e gestione della reputazione, che ha analizzato anche il sentiment degli utenti Twitter in merito ai protagonisti della crisi. Giuseppe Conte paga il prezzo della crisi: il 74% dei tweet a lui riferiti ha infatti sentiment negativo, mentre le negatività sul presidente del Consiglio Mario Draghi si fermano al 39%.

Un rapporto, quello tra il Movimento 5 Stelle e Twitter, messo in crisi già dalla scissione del 21 giugno. La nascita del gruppo Insieme per il futuro – spiegano gli analisti di Reputation Science – ha infatti generato un’onda di critiche nei confronti dei tre leader del Movimento 5 Stelle, in particolare verso Luigi Di Maio, ora leader della nuova formazione politica (sentiment negativo al 70%).

L’articolo completo su La Repubblica:

La Repubblica Conte