English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Rassegna Stampa?>

Rassegna Stampa

IL MESSAGGERO

Telegram incubatore dei No-Vax: «Gli utenti che seguono canali fake cresciuti del 480%»

Gruppi organizzati per insinuare il seme del dubbio, creare convinzioni antiscientifiche e complottistiche e organizzare il commercio di falsi Green Pass sfruttando Telegram. Sono soltanto alcuni degli elementi che emergono dal secondo rapporto su Fake News e Vaccinazione Covid realizzato dalla Fondazione Mesit. Il documento è stato realizzato in collaborazione con l’Eehta del Ceis di Tor Vergata, il Crispel – Università di Roma Tre e da Reputation Manager, ed è stato presentato durante l’annuale convegno del network PreSa dal titolo “Disinformazione pandemica”.

Lo studio mette in luce come la principale piattaforma di comunicazione dei No Green Pass si conferma essere Telegram, che in Italia ospita 660 mila utenti contrari al certificato, mentre sono 190 mila su Facebook. Sono 49 invece i canali o gruppi Telegram contrari al Green Pass e quasi uno su due (45%) si occupa di vendere certificati falsi. Un canale/gruppo su tre, invece, si occupa di organizzare manifestazioni e proteste (29%). Non mancano un 8% di canali che segnalano locali, ristoranti o esercizi commerciali che non chiedono il Green Pass.

L’articolo completo su Il Messaggero: