English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Sette storie di Topolino contro le insidie del web

Sette storie di Topolino contro le insidie del web. Il grande sogno realizzato dal veneziano Simeoni. “Sono le insidie della rete, capaci di rovinare le persone, soprattutto i più piccoli” dice Giorgio Simeoni. Veneziano, 46 anni, c’è lui dietro la serie di Topolino dal titolo abbastanza eloquente: “Calisota social media”. Sette storie, in altrettanti numeri del fumetto più amato di sempre, per analizzare i tranelli del web, rete nella quale i più piccoli rischiano di rimanere impigliati. Le storie sono state create per provare a rendere internet un luogo sicuro, per educare i ragazzi a un uso consapevole dei social network. Lui ha accettato e ha fatto la proposta in redazione. I libri di Topolino finiscono nelle mani dei bambini, quindi Disney è sempre molto attenta nelle valutazioni: il prodotto deve essere sano e sicuro.

Il Metaverso varrà almeno 390 miliardi di dollari entro il 2025. Il Metaverso deve ancora palesarsi agli occhi degli utenti online ma c’è già una stima su quanto potrà valere: dai 390 miliardi di dollari agli 800 miliardi nel giro di quattro anni (rispettivamente pari a 344,7 e 707,2 miliardi di euro), stando alle stime di Bank of America al 2025. Insomma, dietro la decisione di Facebook di cambiare nome in Meta, non c’è solo la strategia del social network che “sta già effettuando importanti investimenti finalizzati allo sviluppo di questa nuova realtà, composta da spazi online condivisi e abitati da avatar digitali, con progetti che spaziano dagli occhiali per la realtà virtuale a una piattaforma di eCommerce”, ha spiegato Anjali Bastianpillai, senior product specialist di Pictet asset management, gestore europeo indipendente di patrimoni e risparmio, ma soprattutto emerge la scommessa su “un ambiente virtuale che nei prossimi 5­10 anni prenderà il posto dell’Internet mobile”.

Cosa vuol dire “Mid”? Ecco il significato del nuovo trend di TikTok. Negli ultimi mesi, un nuovo termine slang ha preso il sopravvento su TikTok. Cosa significa mid? E no, non ha il significato di “middle” inteso come “metà”. Ecco come è nato questo trend. Mid è essenzialmente una versione abbreviata dell’aggettivo mediocre. Il termine slang è definito da Urban Dictionary come: “Usato per insultare o degradare un’opinione contraria, etichettandola di qualità media o scarsa.” Un suono TikTok in tendenza è caratterizzato dalla parola mid e gli utenti hanno iniziato a usare l’audio per descrivere cose che pensano siano mediocri.