English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Il Garante: “Privacy violata l’Europol cancelli l’archivio web”

Carte di credito, i raggiri sono aumentati del 25%. L’impennata è dell’ultimo mese, legata al periodo natalizio: le truffe sulle carte di credito e Bancomat sono aumentate del 25% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. “Un andamento di pari passo con le festività, quando le transazioni informatiche sono maggiori” spiegano al Servizio centrale di Polizia postale. E in tanti nell’ultimo mese hanno denunciato raggiri sulle proprie carte di credito o sui bancomat. Secondo dati in possesso del ministero del Tesoro, nell’ultimo triennio i prelievi fraudolenti attraverso Pos sono aumentati del 44,1%, le truffe via Internet su carta del 27,6%, mentre i soldi presi con Bancomat illegittimi hanno avuto un più 25%. Nel 2021, si è registrato un aumento totale del 27% di questi furti con prelievo di denaro illecito. Si tratta di ben 18mila casi tra accessi su home banking, o numeri di carte di credito, con 781 deferimenti alla magistratura.

Odio social. L’ultimo video lo aveva postato lo scorso 15 dicembre, sul suo canale Youtube. E forse solo allora Maëva Frossard aveva parlato con sincerità ai propri followers “da due anni non sono proprio in forma”, giustificando le sue frequenti assenze virtuali. “Prima facevo una story e sorridevo comunque. Era come fare l’animatrice televisiva. Era un mestiere. Poi ho detto basta: è così difficile sorridere, quando hai male dentro”. Alla fine di quell’intervento, la telecamera si era spenta. Per sempre. Perché Maëva, 32 anni, madre di quattro figli, si è tolta la vita. Tutto si è scatenato da quando, agli inizi del 2020, si era separata dal marito, pure lui influencer, Adrien Czajczynski, una campagna di odio sui social l’aveva presa di mira e lui aveva attizzato la propria community contro di lei, utilizzando i social in questa diatriba coniugale, come avevano fatto assieme quando le cose andavano bene ed erano diventati il prototipo della famiglia felice della Francia profonda, in diretta dalla zona montagnosa dei Vosgi, dove vivevano, nell’Est. Dopo la morte di MavaChou un’inchiesta è stata aperta per “mobbing suscettibile di avere condotto al suicidio”.

Il Garante: “Privacy violata l’Europol cancelli l’archivio web”. Europol come la Nsa americana? Il dubbio che, al pari dell’equivalente d’Oltreoceano, anche l’agenzia europea per la cooperazione di polizia possa spiare i cittadini, mettendo in pratica una sorta di sorveglianza di massa, si è insinuato fra gli altri organi dell’Ue. Tanto che, con una decisione resa pubblica, ieri il Garante della privacy dell’Unione (Edps) ha ordinato ad Europol di cancellare dal proprio database le informazioni trattenute in modo illecito da più di sei mesi e relative a persone senza un chiaro collegamento con un reato o con un’attività criminale. Insomma, un vero e proprio “DataGate” Ue, tra sicurezza collettiva e il diritto alla riservatezza di migliaia di individui, che si sono trovati schedati a loro insaputa.

Come non twittare i Golden Globe Awards. Un evento fisico, composto solo da un piccolo numero di membri dell’HFPA, si è svolto ancora a porte chiuse senza il solito sfarzo e glamour. Ma per tenere il resto di noi informato, i Golden Globes hanno inviato una rapida successione di tweet per rivelare i suoi vincitori e, come ha notato Kyle Buchanan del New York Times , quello spettacolo dal vivo su Twitter era puramente “caotico”. Il profilo dell’evento non ha menzionato i film che hanno ottenuto un Globe in molti dei suoi tweet, lasciando gli utenti a fare affidamento sulla ricerca di Google per trovare l’informazione. I Globes hanno twittato che Kenneth Branagh “ha la stoffa per scrivere” quando gli ha assegnato il premio per la migliore sceneggiatura, ma non ha specificato il film per cui ha effettivamente vinto, che era Belfast . I Globes hanno ripetuto il loro errore quando hanno annunciato il Golden Globe di Andrew Garfield come miglior attore in un musical o in una commedia, tralasciando che il premio era per la sua apparizione in Tick ​​Tick… Boom!.

Guerra metaverso, Microsoft perde dipendenti, corsa a Meta. Microsoft ha perso circa 100 dipendenti della sua divisione che si occupa della realtà aumentata lo scorso anno. E molti di questi hanno lasciato per entrare in Meta, il colosso di Mark Zuckerberg, approfittando della forte richiesta per spuntare anche forti aumenti salariali. A descrivere la guerra del metaverso è il Wall Street Journal, sottolineando come Microsoft non è l’unica a trovarsi a fare i conti con il crescente appetito di esperti e tale4nti di Meta. Anche Apple infatti sta perdendo dipendenti nei confronti di Meta.

Take-Two compra FarmVille, nasce colosso videogiochi. Take-Two Interactive, il creatore del popolare Grand Theft Auto, acquista Zynga e la sua FarmVille. Dalle nozze da 12,7 miliardi di dollari nasce un colosso dei videogiochi in grado di competere al meglio con gli altri big del settore Activision Blizzard e EA, anche loro impegnati in uno shopping per crescere e ampliare la loro offerta sui dispositivi mobili. Con Zynga, specializzata nei giochi per i dispositivi mobili e i social, Take-Two si rafforza al di là delle sue piattaforme tradizionali come la PlayStation e i personal computer, spianando di fatto la strada ai suoi ‘eroi’ per la conquista degli smartphone. Grand Theft Auto rileva FarmVille a 9,86 dollari per azione, con un premio del 64% rispetto alla chiusura di venerdì. La transazione, in azioni e parte in contanti, non convince Wall Street dove i titoli di Take-Two perdono fino al 14%. Zynga invece avanza decisa di oltre il 44% in una seduta pesante per i listini americani, appesantiti dal calo dei tecnologici e spaventati da una Fed falco attesa alzare i tassi di interesse quattro volte nel corso dell’anno. In base all’accordo l’amministratore delegato di Take-Two Strauss Zelnick guiderà il colosso che nascerà dalle nozze.