English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

L’Autodromo di Monza entra nel metaverso

Leonardo in crescita nel primo semestre del 2022

Con un utile netto di 267 milioni di euro (+50,8% rispetto allo stesso periodo del 2021), i ricavi a 6,6 miliardi (+3,6%) – che riguardano soprattutto gli elicotteri (2,1 miliardi di fatturato, +11,6%) – e una crescita degli ordini attestatasi al 9,4% (7,3 miliardi), Leonardo prosegue la sua ascesa, migliorando anche la sua performance di cassa.

Unicredit annuncia l’incorporazione della controllata Services

L’operazione è diretta alla semplificazione dell’assetto della banca, come ribadito dall’amministratore delegato, Andrea Orcel. Services Scpa racchiude tutti i servizi nelle aree Ict, back office e middle office operations, real estate, security e procurement e gestisce la cybersecurity dell’istituto di credito. Con oltre 9mila addetti, è presente in 11 Paesi e l’ultimo bilancio del 2018 registrava un patrimonio netto di 366,69 miliardi di euro.

Partnership Vodafone-McDonald’s sulla rete

Una collaborazione che porterà Vodafone a garantire la connettività nei 640 punti vendita di McDonald’s nel nostro Paese. La società lo farà attraverso la realizzazione di una rete combinata, in grado di sfruttare il doppio canale fibra e 5G. Commenta Lorenzo Forina, direttore di Vodafone Business Italia: “Non si tratta solo di affiancare fibra e 5G, ma, grazie all’intelligenza della tecnologia SD­WAN, di combinarle, valorizzandone le rispettive caratteristiche distintive”. Ciò permetterà a McDonald’s di continuare nell’evoluzione dei suoi servizi, che ora vanno dal Wi-Fi gratuito ai totem per ordinare e pagare, dai menu digitali fino al servizio Mobile Order & Pay, grazie al quale i clienti possono già ordinare e pagare da smartphone.

Jack Ma pronto a lasciare Alibaba

Il miliardario cinese Jack Ma è in procinto di cedere il controllo di Ant Group, la società cui fa capo il colosso del commercio elettronico Alibaba, che è da tempo nel mirino delle autorità di Pechino. Jack Ma non detiene attualmente alcun titolo di Ant, ma ne controlla il 50,52% dei diritti di voto. La notizia potrebbe ritardare ulteriormente lo sbarco in borsa della società, già tentato e bloccato dalle autorità cinesi nel 2020, quando Ant aveva definito una Ipo da 37 miliardi di dollari a Shanghai e Hong Kong.

Nasce il sindacato per i lavoratori della comunicazione

Si chiama Figec (Federazione italiana giornalismo, editoria e comunicazione) il nuovo sindacato del mondo dell’informazione, dei media, dell’arte e della cultura presentato ieri a Roma. Si legge nel manifesto del gruppo: “Un sindacato nuovo, a cominciare dall’organizzazione: saldamente ancorato alla realtà e al territorio, al passo con i tempi, propositivo, che sia controparte e non nemico delle aziende”.

Meta, tra perdite nei ricavi e la trasformazione dei social

Mercoledì, la trimestrale di Meta ha registrato il primo calo dei ricavi nella storia del colosso. Si tratta di un -1% da aprile a giugno 2022 rispetto al 2021. 28,8 miliardi di dollari di ricavi e 6,7 miliardi di utile netto, sceso del 36%. Facebook ha inoltre deciso di cambiare rotta, ‘tiktokizzando’ la piattaforma, come già fatto con Instagram. I video brevi, infatti, regnano sui social, soprattutto tra i giovanissimi.

L’Autodromo di Monza entra nel metaverso

In occasione del suo centenario, l’Autodromo ha deciso di approdare nel mondo virtuale. La pista, i paddock e la struttura che fa da cornice alla Formula 1 verranno ricreati nel metaverso e saranno accessibili gratuitamente. A settembre, in occasione del Gp d’Italia 2022, si terrà poi il Monza Meta Circuit, disponibile sulla piattaforma di realtà virtuale The Nemesis.

Obbligo di rimozione per i messaggi pubblicitari di Iliad

Il Giurì dell’Istituto dell’autodisciplina pubblicitaria ha condannato l’operatore telefonico per quattro messaggi. Tre sono stati ritenuti ingannevoli, mentre uno denigratorio. Iliad dovrà dunque rimuovere o modificare i messaggi entro cinque giorni. Tra i messaggi ‘incriminati’ anche l’affermazione “9 milioni di clienti”. Iliad avrebbe infatti 9 milioni di sim human attive, ma non è detto che si tratti di altrettanti clienti.

Pillole