English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Rassegna Stampa?>

Rassegna Stampa

economy

Metaverso e politica, lo sbarco è appena iniziato. Con quali rischi?

Il primo comizio online fu organizzato da Antonio Di Pietro nel 2007. Quindici anni dopo un candidato ci ritenta con il metaverso: vediamo quali sono le minacce legate all’uso improprio di questa nuova “piazza virtuale” e della bulimia social.

Alcuni pensano che sia solo un gioco, in realtà è qualcosa di concreto. Una realtà più reale di quella che spesso si vive nelle Istituzioni, un luogo di democrazia diretta”. No, non sono le parole di Mark Zuckerberg che presenta il metaverso.

Antonio Di Pietro e il primo evento politico online in Italia

A pronunciarle è stato Antonio Di Pietro sulla piattaforma Second Life: è un estratto da quello che è stato il primo comizio pubblico online della politica italiana. Da quell’evento sono passati 15 anni, che quando si parla di Rete e comunicazione corrisponde più o meno a un’era geologica. Nel mezzo ci sono stati i social, FacebookTwitter, Instagram. In mezzo c’è stato Trump, che ha fatto suonare più di un campanello d’allarme sul rapporto tra i politici e i social (e sulle responsabilità di entrambi).

Ora siamo alle prese con l’ultimo arrivato, TikTok. Il social che tanto ha fatto discutere per i suoi rapporti con la Cina e le problematiche relative alla privacy, soprattutto dei minori, e che non più tardi di un mese fa è diventato terreno di conquista anche dei politici nostrani. Con risultati spesso fuori luogo.

Metaverso 2022, il primo comizio a Torino

C’è un evento che più di tutti, in questa campagna elettorale, ha intercettato la mia curiosità. È il comizio organizzato sul metaverso da un candidato parlamentare del Partito Democratico“Lunedì 19 settembre 2022 alle ore 19 incontrerò i cittadini in un modo originale e innovativo” ha dichiarato il candidato. Il set prescelto è piazza Castello a Torino, non quella reale, difficile da riempire anche da veterani come Giorgia Meloni e Matteo Salvini.

È una piazza Castello ricreata artificialmente fin nei minimi particolari, al cui centro campeggia un maxischermo. Gli ospiti potevano accedere al comizio direttamente dal proprio smartphone, creando un avatar. Il protagonista non si è fatto attendere, comparendo in diretta sul maxischermo mentre gli avatar si muovevano spaesati in questo mondo virtuale. Gli organizzatori parlano di qualche centinaio di persone, a vista d’occhio sembrerebbero meno. Deciderà la Questura.

L’articolo completo del Ceo di Reputation Manager, Andrea Barchiesi, su Economy:

Economy_Metaverso e politica_Andrea Barchies_17 ottobre 2022