English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Anche Facebook censurava le notizie sui vaccini

Il Governo monitora TikTok

Il Governo sta monitorando il social cinese e le sue possibili implicazioni sulla sicurezza nazionale. A rivelarlo è stato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Innovazione tecnologica, Alessio Butti. Una scelta che fa eco anche a quanto deciso negli Usa, dove il Senato ha approvato un disegno di legge che prevede di proibire ai dipendenti federali di scaricare o usare l’app su dispositivi governativi. Secondo indiscrezioni riportate da La Repubblica, inoltre, anche il Copasir starebbe indagando sul tema.

Microsoft e Acn insieme

È stata avviata una collaborazione tra Microsoft e l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale per accelerare lo sviluppo digitale del Paese, incentivando l’accesso a tecnologie e strumenti avanzati per garantire la sicurezza di organizzazioni pubbliche e private italiane. Un altro obiettivo della partnership è la diffusione di competenze in ambito di sicurezza informatica.

Titolo Tim in rialzo

Cresce a Piazza Affari il titolo della società, che ha registrato ieri un +5,56%. Il mercato guarda infatti a un accordo risolutivo per la compagnia, sul cui dossier potrebbe essere organizzato un nuovo incontro entro venerdì. Nelle ultime due settimane, le azioni di Tim hanno guadagnato il 22,2%, incrementando la capitalizzazione di quasi un miliardo. Oggi, questa ha raggiunto quota 5,16 miliardi di euro.

Anche Facebook censurava le notizie vere sui vaccini

Dopo i Twitter files, giunge la notizia che anche il social di Mark Zuckerberg avrebbe censurato notizie vere presentate in modo sensazionalistico. E ciò sarebbe avvenuto a seguito di pressioni della Casa Bianca. È quanto emerge da una serie di email scambiate tra Rob Flaherty – direttore dei media digitali della Casa Bianca – e un dirigente di Facebook. “Siamo seriamente preoccupati dal fatto che il vostro servizio sia uno degli elementi chiave che spingono l’esitazione vaccinale – si legge in uno dei messaggi di Flaherty – Vogliamo sapere che ci state lavorando, vogliamo sapere come possiamo aiutarvi e vogliamo sapere che non state facendo il gioco delle tre carte”.

Microsoft verso l’integrazione di GPT

La società starebbe pensando di integrare l’intelligenza artificiale di OpenAI in Word, Outlook e PowerPoint. La compagnia starebbe già utilizzando la tecnologia GPT per migliorare la ricerca su Outlook, con un’integrazione che permetterebbe all’utente di trovare ciò che cerca senza utilizzare specifiche parole chiave.

Pmi più connesse, ma più lente nella transizione digitale

Il 69,9% delle piccole e medie imprese italiane ha avviato almeno 4 delle 12 attività digitali elencate nel report dell’Istat “Imprese e Ict”. Lo strumento utilizzato per la valutazione dello stato di digitalizzazione delle nostre imprese è infatti il Digital Intensity Index (DII), che misura l’utilizzo di parte delle imprese di 12 diverse tecnologie digitali.

Pillole