English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Il Garante privacy chiede chiarimenti a Meta sul voto

Cyberoo e Reti insieme per la cybersecurity

Le due società hanno siglato una partnership che permetterà a Reti di potenziare l’offerta nella sicurezza informatica e a Cyberoo di posizionarsi nel segmento imprese. La Cyber Security Suite offre un servizio avanzato di sicurezza informatica H24 e la piattaforma di intelligenza artificiale Titaan Suite permette la gestione completa della compliance dei dati aziendali nel rispetto del Gdpr.

Presentato il Media freedom act

Nei giorni scorsi, è stato presentato dai vertici di Bruxelles lo European media freedom act (Emfa). La proposta della Commissione è ambiziosa sul piano della tutela dei valori democratici e si pone quattro obiettivi principali: contrastare la frammentazione normativa in tema di tutela del pluralismo dei media al fine di garantire una certa armonizzazione delle regole; aumentare la cooperazione transfrontaliera attraverso la creazione di un board ad hoc; aumentare la collaborazione tra le piattaforme digitali; rafforzare la trasparenza nell’ecosistema editoriale, soprattutto in ambito giornalistico.

Chiuso TntVillage

Il Tribunale di Milano ha ordinato la chiusura definitiva del più importante sito italiano di indicizzazione di file torrent, con oltre 230mila film e 135mila libri, e la conseguente cancellazione dei ‘suoi’ contenuti. Che si tratti di peer-­to-­peer o di libera messa a disposizione da parte di un intermediario digitale, la fruizione pirata online di contenuti protetti da diritto d’autore è infatti un illecito.

Retail digitale

Dal 12° aggiornamento del report mensile BofA European online retail talk shop di BofA ­ Bank of America, emerge come i rivenditori online potrebbero notare cali nelle transazioni dovuti alla diminuzione del potere d’acquisto dei clienti europei a causa della situazione economica globale. La banca d’investimento statunitense ha assegnato un rating underperform ai titoli di Asos e Zalando (e un ebit a -10%). La valutazione è invece neutral per Boohoo.

Il settore orafo e la Cina

Con 940 milioni di persone connesse a internet, la Cina è il Paese più digitale al mondo e uno dei principali mercati per il settore orafo. Uno studio di Bain&Co., risalente al periodo pre-Covid, stimava che la popolazione cinese costituirà il 46% del consumo mondiale di beni di lusso entro il 2025. Di recente, Tiffany, per esempio, ha venduto tramite un live streaming una collana da 28,3 milioni di dollari. Le aziende italiane guardano dunque al Paese come a una possibile estensione del loro mercato.

Il Garante privacy chiede chiarimenti a Meta sul voto

Il Garante per la privacy ha inviato a Facebook Italia una richiesta urgente di chiarimenti in relazione alle attività intraprese nel periodo elettorale. Meta, la controllante di Facebook, ha infatti annunciato di avere avviato una campagna informativa indirizzata agli utenti maggiorenni italiani. L’obiettivo sarebbe il contrasto alle interferenze e la rimozione di contenuti che disincentivino gli elettori a votare. Il Garante ha però sottolineato che “è necessario prestare particolare attenzione al trattamento di dati idonei a rivelare le opinioni politiche degli interessati e al rispetto della libera manifestazione del pensiero”. Dunque, Meta “dovrà fornire informazioni puntuali sull’iniziativa intrapresa, sulla natura e modalità dei trattamenti di dati, su eventuali accordi finalizzati all’invio di promemoria e la pubblicazione degli ‘adesivi’ informativi e sulle misure adottate per garantire, come annunciato, che l’iniziativa sia portata a conoscenza solo di persone maggiorenni”.

Tim dice sì al green

L’azienda di telecomunicazioni ha aderito alla European Green Digital Coalition, un progetto lanciato dalle principali aziende europee del settore e sostenuto dalla Commissione e dal Parlamento europei. L’obiettivo è sfruttare le soluzioni digitali nella trasformazione green. Le aziende firmatarie della dichiarazione “A Green and Digital Transformation for the Eu” si impegnano così ad anticipare al 2040 il termine per il raggiungimento dell’obiettivo net zero, previsto dalla legge europea per il 2050.

Pillole