English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

L’arte della ransomware negotiation

I partiti investono sui social

Negli ultimi 30 giorni, a guidare la classifica dei partiti politici che hanno speso di più per la loro campagna elettorale sui social media è il centrodestra. Il particolare, in un mese, Fratelli d’Italia ha speso quasi 125mila euro e la Lega 70.579. A seguire, il Partito democratico, che ha investito online 44.465 euro.

L’arte della ransomware negotiation

Negli ultimi anni, gli attacchi informatici e le richieste di riscatto sono aumentati sempre di più e si stima che il danno da essi provocato potrà costare alle vittime più di 250 miliardi di dollari all’anno entro il 2031. Max Negotiating è una società che si occupa proprio di ‘negoziare’ con i cyber criminali. L’azienda, fondata da Max Bevilacqua, offre consulenza alle vittime degli hacker, istruendole su come interagire con loro al fine di riprendere il controllo delle proprie informazioni. Si tratta però di una professione che si colloca in un’area grigia, in quanto molti Paesi vietano le negoziazioni e il pagamento dei riscatti.

L’e-commerce e la sostenibilità ambientale

Il commercio online è destinato a continuare a crescere stabilmente nei prossimi anni. Si stima un incremento annuo del 12% sino a raggiungere quota 8.300 miliardi di dollari nel 2025. A ciò corrisponde uno sforzo da parte delle società verso la riduzione delle emissioni. Nel report annuale di Amazon, per esempio, si legge: “Le emissioni di carbonio sono aumentate del 18% nel 2021; tuttavia, cosa importante, la nostra intensità di carbonio è diminuita dell’1,9%”. La diminuzione dell’intensità di impronta di carbonio diminuisce però troppo lentamente rispetto ai volumi dell’e-commerce. La Scuola superiore Sant’Anna ha condotto uno studio per quantificare l’impronta ambientale delle vendite nei negozi fisici e dell’e-commerce e i risultati sono interessanti: “Possiamo concludere che il mezzo pubblico ottimizza di più nel trasporto delle persone rispetto al trasporto di tutte le merci – ha spiegato Fabio Iraldo, docente di management della sostenibilità presso l’istituzione – Inoltre, se il negozio è lontano, conviene l’ecommerce, mentre, se l’utente è vicino, anche utilizzando un mezzo privato, e-commerce e negozio fisico quasi si equivalgono. Insomma, quando il negozio è vicino (5 km andata e ritorno ndr), l’e-commerce non conviene tanto dal punto di vista ambientale”.

Buy now pay later

In Europa, la possibilità di pagare a rate senza l’applicazione di alcun tasso di interesse (il modello buy now pay later) è stato utilizzato l’anno scorso nell’8,1% delle transazioni di e-commerce e dovrebbe raggiungere quest’anno il 12%. Secondo l’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano, il bnpl ha contribuito a un aumento del valore dello scontrino medio e del conversion rate, ossia la percentuale di operazioni di acquisto online completate una volta giunti alla fase di pagamento. Se per i retailer si tratta di una nota positiva, per i consumatori meno attenti potrebbe rappresentare un fattore di rischio di indebitamento.

Spotify si dà agli audiolibri

La decisione della società di espandere la sua attività verso il mercato degli audiolibri era scontata dopo l’acquisto della piattaforma Findaway avvenuta nel 2021. Per ora, il servizio è disponibile solo per gli utenti statunitensi, che avranno a disposizione un catalogo di 300mila titoli.

Il fondatore di Iliad acquisisce il 2,5% di Vodafone

Xavier Niel, fondatore di Iliad, ha acquisito una partecipazione del 2,5% in Vodafone Group attraverso Atlas Investissement per 750 milioni di sterline (circa 858 milioni di euro). L’operazione ha riacceso le attese di operazioni straordinarie nel settore delle telecomunicazioni e ha portato anche il titolo di Telecom Italia a strappare in rialzo ieri a Piazza Affari (chiusura a +5,71%).

Annullata la maximulta per il ‘secondary ticketing’

Con la sentenza 7949/2022, il Consiglio di Stato ha chiuso definitivamente le polemiche nate nell’estate 2020 sul ‘bagarinaggio’ online delle piattaforme di rivendita dei biglietti di concerti, annullando la sentenza del Tar del Lazio 4335/2021 e, di conseguenza, anche la multa di Agcom da 1,75 milioni di euro. A impugnare la sentenza era stata la società americana Stubhub.Inc, sanzionata nel 2020.

Su Facebook, meno post e  più cura alle interazioni

Secondo quanto emerge da un’analisi di DataMediaHub, le testate stanno puntando sempre meno sulla quantità e sempre più sulla cura degli articoli pubblicati sui social media. Un numero maggiore di post equivale solitamente a un minore engagement e sembra che i giornali online ne stiano prendendo consapevolezza. I contenuti, inoltre, influiscono sulle interazioni: le notizie di cronaca si confermano quelle che colpiscono maggiormente l’attenzione dei lettori.

Allegrini si espande

Il Gruppo Allegrini, azienda attiva nel settore chimico (detergenza professionale e cosmetica per l’hotellerie), ha rilevato ieri due aziende: la prima è Hotelify.com, leader nella vendita online di prodotti, soprattutto cosmetici, per alberghi e ogni tipo di struttura di accoglienza; la seconda è Cliners, azienda operante nel canale delle lavanderie professionali. “Con queste due acquisizioni Allegrini accelera il suo processo di crescita nei mercati storici nei quali opera: nella lavanderia industriale completiamo la gamma di prodotti indicati per target di consumo molto specifici; con Hotelify, invece, il Gruppo diversifica la strategia go­to­market con una piattaforma proprietaria dedicata al mondo hotellerie”, ha commentato Maurizio Allegrini, ceo del gruppo.

Pillole