English

Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

English

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Il mercato nero di organi sul web

Conviene investire in boschi e foreste?

Gli investimenti in natural capital sono una realtà consolidata degli Usa e – in parte – in Europa. Secondo Nuveen, negli ultimi 30 anni, i terreni boschivi e agricoli hanno registrato, in media, rendimenti del 9,1% e del 10,9%, superando il tasso di inflazione medio annuo. Ha spiegato Gianpaolo Potsios, managing partner di Timberland Investment Resources Europe: “Oggi, negli Usa, un fondo di investimento in Real Estate può dare un rendimento tra l’8 e il 12%, con una cedola annuale del 5­6% e un leverage del 50-­70%. Investire in foreste assicura rendimenti netti tra l’8 e il 10% e una cedola annua attorno al 3%, in assenza di leverage”.

Il rating di legalità

Ottenere il rating – nato nel 2012 allo scopo di promuovere in Italia principi etici nei comportamenti aziendali – potrebbe essere una buona idea per le aziende con un fatturato superiore ai due milioni di euro. La certificazione, infatti, facilita l’accesso ai finanziamenti, consente spesso di accedere a tassi di interesse agevolati e migliora il punteggio nella partecipazione agli appalti pubblici. Ma non solo: ottenere il rating di legalità contribuisce a migliorare la reputazione aziendale. Questa viene oggi migliorata anche attraverso una serie di “bollini di qualità”, certificazioni che dimostrano alcune qualità peculiari della propria attività e che risultano in costante aumento.

+8,4% per gli attacchi informatici

Nei primi sei mesi del 2022, sono stati 1141 gli attacchi cyber gravi, ossia che hanno avuto un impatto sistemico su diversi aspetti della società, in crescita dell’8,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La media complessiva è di 190 attacchi al mese, con un picco di 225 attacchi registrato a marzo. È quanto emerge dal rapporto Clusit 2022 sulla sicurezza cyber.

Nuove regole Ue sulla cybersecurity

La nuova direttiva comunitaria Nis2, approvata dal Parlamento europeo e in attesa dell’approvazione del Consiglio, prevede requisiti più stringenti in materia di sicurezza informatica. In particolare, le nuove norme impongono ai Paesi membri di adottare misure di vigilanza e di applicazione più severe – soprattutto per quanto riguarda la gestione del rischio, gli obblighi di segnalazione e la condivisione delle informazioni – e di armonizzare le sanzioni, specialmente in nuovi settori ritenuti essenziali (come energia, trasporti, banche, sanità, infrastrutture digitali, pubblica amministrazione, spazio, ecc).

Musk riammette Trump su Twitter, ma lui declina

Elon Musk ha attivato sul proprio profilo Twitter un ‘referendum’ che ha ottenuto oltre 15 milioni di voti. La domanda era semplice: “Riabilitare l’ex presidente Trump?”. Il 51,8% degli utenti che hanno partecipato al sondaggio ha votato a favore e il restante 48,2% ha votato contro la proposta. “Vox populi, vox Dei” ha poi twittato il neo proprietario del social, ed ecco che il profilo di Donald Trump è tornato attivo. L’ex presidente Usa ha però deciso di rimanere sulla sua piattaforma social, Truth, e non sembra avere alcuna intenzione di tornare su Twitter.

Il mercato nero di organi sul web

Il giro d’affari complessivo degli organi vale oggi circa un miliardo e 500 milioni di dollari. Un business globale che viaggia prevalentemente in rete e che vede transazioni in bitcoin. Secondo il Global Financial Integrity report, inoltre, almeno il 10% dei 180mila trapianti praticati ogni anno è illegale.

L’assistenza clienti nel metaverso

Covisian, società che opera nel campo dell’assistenza clienti e orientata all’innovazione, è la prima azienda al mondo nel settore Bpo (Business process outsourcing) a portare l’assistenza clienti nel metaverso, attraverso l’istituzione di un team ad hoc di sviluppatori 3D e art director e la creazione di veri e propri ambienti digitali tridimensionali per i clienti interessati.

Cresce l’economia dei datacenter

Nel 2022, i servizi cloud in Italia hanno visto un’espansione del 18% e il mercato ha raggiunto quota 4,46 miliardi di euro. Una crescita che si materializza sempre di più in infrastrutture dedicate all’elaborazione dei dati e alla loro distribuzione.

La “tecnica Pomodoro” per la produttività

25 minuti ininterrotti di attenzione rivolta a un compito specifico seguiti da 5/10 minuti di pausa, ripetuti in sequenza e, ogni quattro ripetizioni, una pausa più lunga di 15/30 minuti. Questa tecnica, chiamata Pomodoro, è stata sviluppata negli anni ’80 da Francesco Cirillo ed è oggi utilizzata da moltissime persone in tutto il mondo. Ad assistere chi intende seguirla, sono nate negli anni diverse app e, su YouTube, sono stati pubblicati numerosi video (come questo) di study sessions intervallate e con tanto di background musicale.

Pillole